usedSoft raggiunge di nuovo un fatturato record

Nell’anno d’esercizio 2018 il gruppo internazionale di commercio del software usedSoft ha ulteriormente accelerato la sua crescita. Le imprese usedSoft hanno raggiunto l’anno scorso un fatturato totale pari a 29,4 milioni di euro, registrando quindi una crescita superiore al 48 percento rispetto all’anno precedente. Nel 2017 il fatturato era di 19,8 milioni di euro (più del 18 percento rispetto all’anno prima). Nel 2016 era di 16,7 milioni di euro e nel 2015 di 12,1 milioni di euro.

“Il mercato del software usato è estremamente dinamico”, dice Peter Schneider, direttore e fondatore di usedSoft. “Ecco perché ci prepariamo a un’ulteriore crescita. In particolare abbiamo molto ingrandito la base delle nostre fonti per poter essere all’altezza della crescente domanda. L’elemento che separa il grano dal loglio nel commercio del software usato è infatti la capacità di fornitura.”

Fra i clienti del gruppo usedSoft si annoverano tra l’altro Alete, s.Oliver, Segafredo, Roederer, l’aeroporto di Monaco, una delle prime squadre in classifica della Bundesliga nonché diverse casse di risparmio e vari studi legali. Il focus dell’attività sono i programmi per computer dei marchi Microsoft e Adobe. I consiglieri d’amministrazione dell’azienda sono l’ex direttore di IBM Europa, Hans-Olaf Henkel, l’ex direttore della Bayer, Manfred Schneider, e l’ex ministro delle finanze del Baden-Württemberg, Gerhard Stratthaus.

La forte crescita dell’anno scorso si riconduce in particolare a tre fattori: l’espansione internazionale, l’estensione del commercio online e la conseguente acquisizione di nuovi clienti.

usedSoft anche nel 2018 si è impegnata a crescere a livello internazionale. Il gruppo ha filiali di vendita su tre continenti: in Europa (Svizzera, la sede centrale; Germania, la sede d’origine; Austria, Francia e il Benelux), in Asia (Singapore e Hong Kong) e in Africa (Sudafrica). Su altri mercati, come ad esempio in Italia, usedSoft lavora con rappresentanti commerciali selezionati. Le filiali e i partner di distribuzione contribuiscono sempre più al fatturato totale del gruppo usedSoft. Ad esempio l’attività di usedSoft in Francia nel 2018 è cresciuta di oltre il 40 percento. Anche l’attività in Asia si è sviluppata in positivo.

Il secondo focus strategico di usedSoft risiede nell’ulteriore digitalizzazione delle operazioni commerciali. L’anno scorso il gruppo usedSoft ha considerevolmente ampliato la sua piattaforma di commercio online, estendendone sia le funzioni, sia l’offerta. Di conseguenza, i guadagni raggiunti tramite la vendita online sono aumentati di oltre il 45 percento. Inoltre nel 2018 usedSoft ha ottenuto il 61 percento dei clienti nuovi tramite l’Online Shop. Lo Shop di usedSoft ora è disponibile in quattro lingue: tedesco, inglese, francese e italiano.

La terza colonna della crescita di usedSoft è la continua acquisizione di clienti nuovi. Nel 2018 il numero dei clienti è aumentato di circa il 13 percento. Questo corrisponde a circa 6,5 clienti nuovi al giorno. Della clientela di usedSoft fanno parte circa 13.000 aziende.

“Questi tre motori della crescita sono al centro della nostra strategia aziendale anche per i prossimi anni”, dice il direttore Schneider di usedSoft. “Al contempo stiamo attenti a mantenere snelle le nostre strutture per poter avere una reazione rapida e flessibile di fronte alle fluttuazioni congiunturali.”

usedSoft è stata fondata nel 2003 da Peter Schneider ed è stata la prima azienda a sviluppare e consolidare il commercio del software usato. Acquistando licenze già usate si può arrivare a risparmiare fino al 50 percento del prezzo di vendita. Per l’acquirente una licenza usata ha lo stesso valore di una nuova, poiché, al contrario della maggior parte degli altri prodotti, il software non si deteriora. Sul mercato dell’usato, le aziende e gli enti possono non solo acquistare software a condizioni convenienti, ma anche vendere le licenze che non usano più convertendole in risorse liquide.