Software usato: vendite di Office 2019 più che decuplicate

L’anno scorso il volume delle vendite di licenze usate di “Office 2019 Standard” è più che decuplicato. Questo è stato pubblicato oggi dal fornitore europeo di software usato usedSoft. Anche le licenze per l’accesso remoto di chi lavora da casa ai server aziendali erano più richieste che mai.

Il software “Office 2019 Standard” è stato acquistato più di dieci volte più spesso nel 2020 che nell’anno precedente. Jennifer Schneider, direttrice generale di usedSoft, nomina varie ragioni per l’aumento di richieste: “Dall’inizio della crisi del coronavirus, per molte aziende è stato necessario munirsi di nuove postazioni di home office dotate anche di Microsoft Office. Non è sorprendente che la scelta sia caduta particolarmente spesso sulle licenze usate dell’ultima versione. Dopo tutto, Office 2019 è fino al 50% più economico sul mercato dell’usato rispetto all’acquisto del nuovo. Inoltre, le licenze acquistate continuano ad essere l’alternativa per coloro che non vogliono dipendere dal modello di cloud e abbonamento di Microsoft”.

“Oltre al boom del lavoro da casa, anche la fine dell’assistenza di “Office 2010” ha scatenato l’assalto alle versioni più recenti di Office”, aggiunge Schneider. E “Office 2016 Standard”, il prodotto più venduto degli ultimi dieci anni, è ancora un bestseller. “La versione 2016 è nettamente più economica delle successive, ma offre tutte le funzioni importanti”, dice Schneider. “Nelle condizioni economiche che ci sono adesso, le aziende non vogliono sborsare più del necessario.” In sostanza, sono state acquistate più licenze standard, a prescindere dalla versione. L’edizione “Professional Plus” invece non è stata più tanto richiesta. Siccome il pacchetto standard fornisce già un set completo di programmi di base, è perfettamente sufficiente per la maggior parte delle aziende.

Maggior necessità di licenze di accesso per chi lavora da casa

Nella Top Ten dei prodotti più venduti del 2020 figurano anche varie “RDS CAL” (Client Access License per Remote Desktop Services). Si tratta di licenze di cui le aziende hanno bisogno per poter accedere a un server aziendale da computer portatili e PC. “Quando si parla di allestire nuove postazioni di home office, non bisogna dimenticare le licenze per l’accesso remoto”, sottolinea Schneider. “Noi abbiamo abbassato i prezzi di queste licenze sin dall’inizio della pandemia di coronavirus. Inoltre ci pensiamo noi ad attivare le RDS CAL per i nostri clienti, aiutandoli a ottenere alla svelta la concessione della licenza di seconda mano.” usedSoft dispone di un’esperienza pluriennale nel commercio di licenze di software. L’azienda è stata la prima in Europa ad aprirsi al commercio del software usato nel mercato B2B e oggi occupa una posizione al vertice del mercato.