Software usato: le versioni 2019 in corsia di sorpasso

Le versioni 2019 delle applicazioni di Microsoft Office e dei server sono state acquistate più frequentemente dei loro predecessori per la prima volta l’anno scorso. Questo è stato annunciato oggi dal fornitore europeo di software usato usedSoft. Il software più venduto è stato “Office 2019 Standard”. Anche le cifre di vendita di “Windows Server 2019” e le relative CAL RDS (Client Access License for Remote Desktop Services) sono aumentate di oltre il 20%.

Il software “Office 2019 Standard” è stato di gran lunga il più richiesto l’anno scorso. L’amministratore delegato di usedSoft Peter Schneider sulle ragioni: “Non è sorprendente che Office 2019 sia così popolare. Questa versione è molto sviluppata e non solo è affidabile, ma anche molto più economica del suo successore. Inoltre, l’acquisto di licenze Office usate è un’alternativa popolare per coloro che non vogliono passare al modello di cloud e abbonamento”. Lo scorso autunno, Microsoft aveva lanciato una nuova versione di acquisto, Office 2021. Tra gli esperti di IT, il rilascio improvviso ha causato una sorpresa. Dopo tutto, il produttore ha fatto affidamento quasi esclusivamente sul suo modello di abbonamento e cloud negli ultimi anni. “Sembra che Microsoft abbia capito che molte aziende non vogliono avere la variante 365 forzata su di loro”, dice Schneider. “I clienti sono preoccupati per le violazioni dei dati e i rischi di sicurezza, ma anche per la dipendenza che tali modelli di abbonamento comportano”.

Le cifre di vendita delle licenze usate di Office 2019 erano già decuplicate nel 2020. Questo è dovuto in parte al fatto che molte aziende hanno dovuto attrezzare nuove postazioni di lavoro da casa nel primo anno di Corona. Una tendenza che è continuata con la pandemia in corso; la domanda è rimasta a un livello elevato. Anche il predecessore “Office 2016 Standard” è entrato nella top 10 dei prodotti. “La vecchia versione è ancora popolare per un aggiornamento rapido e poco costoso”, riassume Schneider. “Per molte aziende, la gamma di funzioni è sufficiente per l’uso quotidiano”.

Le vendite di Windows Server aumentano di oltre il 20 per cento

La crescente domanda di server Windows era anche evidente. L’anno scorso, le vendite di “Windows Server 2019” sono aumentate di oltre il venti per cento. Anche se Microsoft ha rilasciato la nuova versione 2022 la scorsa estate, molte aziende hanno preferito utilizzare la versione 2019. Poiché il produttore stesso offre solo l’ultima versione, Windows Server 2019 è ora disponibile solo sul mercato dell’usato. Acquistando una tale versione precedente usata, è possibile un risparmio fino al 40% rispetto all’acquisto del nuovo. “I cantieri IT nelle aziende sono aumentati enormemente negli ultimi anni”, dice Schneider. “La pandemia ha ulteriormente rafforzato questa tendenza. Molte aziende stanno cogliendo l’opportunità di rinnovare la loro infrastruttura IT. Tuttavia, questo non significa che stanno spendendo più del necessario nelle attuali condizioni economiche. Al contrario. Si tratta di usare il budget nel modo più sostenibile possibile”.

La Datacenter Edition in particolare era molto più richiesta di prima. A differenza della Standard Edition, la Datacenter Edition permette un numero illimitato di virtualizzazioni. Questo significa che qualsiasi numero di macchine virtuali può essere impostato sull’hardware. “La domanda di sistemi remoti è aumentata in modo massiccio, soprattutto a causa dei modelli New Work”, dice Schneider. “Le aziende devono assicurarsi non solo di comprare un software server adatto e scalabile, ma anche le licenze di accesso necessarie. Solo allora è consentito l’accesso a un server aziendale da computer portatili e PC”. usedSoft ha molti anni di esperienza nel commercio di licenze software. L’azienda è stata il primo fornitore europeo ad aprire il commercio di software di seconda mano nel mercato B2B e oggi occupa una posizione leader nel mercato.